E la Mela (alla fine) diventò verde. Apple azienda green. Parte-prima

apple-green

Buongiorno Green Mate !

Apple viene incoronata per il suo impegno a favore delle energie rinnovabili, ottenendo tre “A” e una “B” su quattro categorie in totale. Il gigante che fu di Jobs è in vetta alla classifica delle aziende hi-tech più “green” grazie ai servizi iCloud e iTunes, alimentati con il 100% di energie rinnovabili, ma anche grazie all’impianto fotovoltaico privato più grande degli Usa, che fornisce elettricità ai propri data center nella Carolina del Nord. Non solo. Apple sta lavorando con utility del Nevada per potenziare i data center con energia solare e geotermica e acquista energia prodotta con l’eolico per i data center di Oregon e California.

In questa serie di articoli, vedremo come la nota azienda è arrivata a ricevere questa riconoscenza.

L’azienda racconta il suo percorso…

climate_hero_headline

climate_hero_intro

Per stimare il nostro impatto ambientale adottiamo criteri severissimi. Nessun’altra azienda del settore si impegna così tanto per misurare, verificare e rendere note le proprie emissioni di gas serra. Intanto consideriamo non solo le nostre strutture, ma anche le emissioni generate dalla nostra filiera di fornitori. E non ci basiamo solo sui modelli di misurazione generici del settore: analizziamo in dettaglio l’intero ciclo di vita dei nostri prodotti per determinare l’impatto ambientale complessivo con la massima precisione. Significa che aggiungiamo al conto le emissioni generate dalla produzione, dal trasporto, dall’utilizzo e dal riciclo dei nostri prodotti, come pure le emissioni generate da tutte le nostre strutture. I miglioramenti sono costanti, e li documentiamo con report periodici che rendiamo sempre pubblici: anche quando i risultati non sono come li vorremmo.

gas serraclimate_measurement_how_title

Ci impegniamo costantemente per migliorare l’analisi del ciclo di vita di ciascun prodotto in termini di emissioni nocive. Quando le nostre indagini scoprono che un materiale, un processo o un sistema fa aumentare significativamente le emissioni di gas serra, riconsideriamo da capo la strategia produttiva. Per calcolare le emissioni generate dall’alluminio, per esempio, usavamo gli algoritmi standard del settore. Ma visto che l’alluminio gioca un ruolo importante in buona parte dei nostri prodotti, abbiamo deciso di avviare una valutazione approfondita dei nostri fornitori. Abbiamo scoperto che le emissioni causate dal processo di fabbricazione dei nostri gusci in alluminio erano quasi quattro volte più alte di quanto pensassimo; quindi abbiamo aggiornato i dati nell’analisi del ciclo di vita del 2013. L’esito è stato che nel 2013 abbiamo registrato un aumento del 9% nelle emissioni di gas serra rispetto all’anno precedente. Questo non perché le emissioni siano effettivamente aumentate, ma perché prima erano state sottostimate. Infatti, quando abbiamo ricalcolato anche i dati del 2012 con la nuova metodologia, le emissioni del 2013 sono risultate inferiori del 3% rispetto all’anno precedente. Ci impegniamo a fondo per ridurre le emissioni di gas serra e continueremo ad analizzare a fondo il ciclo di vita di tutti i nostri prodotti in modo da agire più efficacemente.

climate_data_centers_title

 

Tutti i nostri data center sono alimentati al 100% da energia proveniente da fonti rinnovabili, quindi a zero emissioni di gas serra; il nostro impegno è continuare su questa strada. L’energia solare, eolica e geotermica che utilizziamo viene prodotta autonomamente in loco o proviene da risorse locali. I data center forniscono l’hosting per servizi come Siri, iTunes Store, App Store, Mappe e iMessage. Ogni volta che scarichi un brano da iTunes, un libro da iBooks o un’app dal Mac App Store, l’energia che Apple usa proviene da fonti naturali.climate_hero_image

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *