Lo Zeer – il frigorifero senza elettricità [Zeer – refrigerator without electricity]

English

Zeer

Zeer non è un nome commerciale, anche se per brevità e assonanza con l’inglese freeze – congelare – potrebbe sembrarlo. Il termine è arabo e identifica la tecnica del “vaso nel vaso” per conservare gli alimenti.

Ma in cosa consiste lo zeer?
Sono appunto due vasi di terracotta posti uno dentro l’altro con l’intercapedine fra i due riempita di sabbia o di argilla adeguatamente bagnata. Il principio fisico del funzionamento è l’evaporazione, questa per avvenire sottrae calore all’ambiente, non sfugge a nessuno che l’acqua per evaporare abbia bisogno di essere “scaldata”, qui il calore è ceduto dal vaso interno contenente i cibi. La porosità del vaso esterno favorisce l’evaporazione consentendo lo scambio esterno interno. La sabbia funge sia da isolante sia da “serbatoio” di acqua.

Vediamo come realizzarne uno a casa.
Occorrono due vasi di diverse dimensioni, o almeno un vaso, quello che sarà all’esterno e una vecchia pentola, sabbia e un asciugamano un po’ pesante. Per prima cosa si deve aver cura di sigillare il foro di drenaggio posto sul fondo del vaso, si può usare del nastro isolante o del normale stucco per piccole riparazioni murali. A questo punto va messa sul fondo del vaso più grande una quantità di sabbia tale da permettere una volta posizionato il secondo contenitore che i bordi dei due siano allo stesso livello.
Si sarà creata un’intercapedine fra i due contenitori, non dovrà essere piccolissima, ma almeno un paio di centimetri o più, questa si deve riempire di sabbia avendo cura di compattarla il più possibile e che non restino degli spazi vuoti. Bisogna bagnare la sabbia fino a che un velo d’acqua sia apprezzabile sulla superficie.
Ripulite il contenitore interno da sabbia e acqua cadute accidentalmente. Potete mettere un coperchio sul vaso più interno, o sulla vecchia pentola se avete optato per il recupero, ma non è obbligatorio.
Lo zeer andrà posto all’ombra e se possibile in luogo ventilato coperto da un telo pesante bagnato, ma non grondante, diciamo che un vecchio asciugamano da spiaggia sarà perfetto. La sabbia deve restare sempre bagnata.

Se vi state domandando a cosa potrebbe mai servire a noi gente dotata di frigo uno zeer provate a pensare a quanta verdura in estate non trova posto nel frigo strapieno di bibite, oppure a quanto servirebbe ai pic-nic, senza contare l’effetto eco-chic con annessa piccola lezione di fisica!

Fonte: ehabitat.it


Zeer is not a business name, although for brevity and assonance with English word freeze – it might seem. The word is arabic and identifies the technique of “pot in a pot” to preserve food. But what is the zeer? It is precisely two clay pots placed one inside the other with the interspace between the two is filled with sand or clay adequately wet.

The physical principle of the function is evaporation, it removes heat from the environment, it does not slip anyone that the water to evaporate needs to be “heated”, the heat is transferred from the inner vessel containing foods. The porosity of the outer vessel promotes evaporation allowing the exchange outside inside. The sand acts both as insulation as water “reservoir”.
Let’s see how to make yours at home. You need two jars of different sizes, or at least a vase, what will be on the outside and an old pot, sand and a heavy towel.
First you must take care to seal the drainage hole at the bottom of the pot, you can use duct tape or the normal stucco for small repairs.

Then it should be put on the bottom of the vessel a larger amount of sand such as to allow once positioned the second container that the edges of the two jars are at the same level. It will be created a space between the two containers, it should not be tiny, but at least a couple of centimeters or more, this must be filled with sand taking care to compact as much as possible so it does not remain empty spaces.

We must wet the sand until a film of water on the surface is noticeable. Clean out the internal container from sand and water falls accidentally. You can put a cover on the inner pot but it is not mandatory. The zeer will put on a shady place and if possible in a ventilated area covered by a heavy wet but not dripping cloth, we suggest an old beach towel . The sand must always remain wet.

If you are wondering about what might need to people like us with a refrigerator a zeer, try to think about how much vegetables in summer has no place in the fridge packed with soft drinks, or serve in a picnic, not to mention the eco-chic effect with a small physics lesson!

Lascia un commento