Caldo record 2015 [2015 Hottest year]

English

Differenze di temperatura

Da quindici anni a questa parte il record dell’anno più caldo di sempre è stato già battuto ben tre volte. Nel 2005, nel 2010, nel 2014 e, con ogni probabilità, lo sarà anche nel 2015. Del resto, i dati raccolti dal Noaa – l’ Amministrazione nazionale americana per l’Oceano e l’atmosfera – relativi all’anno in corso sono già piuttosto preoccupanti: se il luglio appena trascorso è stato il più caldo mai misurato dal 1880 a oggi (anno in cui si è cominciato a registrare i dati su clima e temperature ), altrettanto però lo sono stati aprile, maggio e giugno.

Ebbene secondo il Noaa la temperatura media di luglio 2015 sul globo, 16,61 gradi centigradi, è stata la più alta degli ultimi 136 anni. Il precedente record, secondo l’istituto statunitense, si era registrato nel 1998. Caldo record si è registrato in Paesi come l’Austria (il 7 luglio a Innsbruck si sono rilevati 38,2 gradi) e l’Olanda (a Maastricht il 2 luglio 38,2 gradi), si sottolinea nel rapporto. Nel complesso la temperatura della terra e dell’acqua degli oceani è stata di 0,81 gradi centigradi superiore alla media del Ventesimo secolo.

Non solo il mese di luglio ha vinto il record del calore, ma per il Noaa sono i primi sette mesi del 2015 a risultare i più caldi di sempre.

Il tetto dei due gradi di aumento entro il 2100, oltre il quale secondo i climatologi si potrebbe innescare una spirale di riscaldamento fuori controllo, è ormai a portata di mano. In Italia le notti tropicali, con temperature che non scendono al di sotto dei 20 gradi, saranno tra le 14 e le 59 in più all’anno, a seconda di quanti gas serra continueranno a essere emessi. Aumenteranno le giornate estive (oltre 25 gradi) e diminuiranno le notti di gelo (al di sotto dello zero).

Su scala globale non vanno inoltre trascurati gli effetti del Niño, la corrente oceanica anomala che è tornata dopo 5 anni di pausa: piogge violente e alluvioni in Cile, Perù, Bolivia; lunghe siccità in Australia e in Indonesia.

“Se la tendenza sarà mantenuta alla fine dell’anno – afferma Coldiretti – tutti e dieci gli anni più caldi della storia saranno successivi al 2000 a conferma dell’accelerazione nel surriscaldamento”. Una situazione “che rende ancora più rilevante il vertice Onu previsto a Parigi sul clima a dicembre dal quale- conclude l’associazione agricola- si attendono impegni significativi ed urgenti riduzioni straniere”.

Fonte: Repubblica.it


Since fifteen years from now, the record of the hottest year ever was already beaten three times. In 2005, in 2010, in 2014 and, in all likelihood, it will be also in 2015. Moreover, the data collected by NOAA – the ‘National Administration for the American ocean and the atmosphere – for the current year are already quite worrying if July just ended was the warmest ever measured since 1880 to the present day (the year in which it started recording the data on climate and temperature), as though it were April, May and June.

Well according to the NOAA, the average temperature of the globe in July 2015, 16.61 degrees Celsius, was the highest of the last 136 years. The previous record, according to the US institution, was recorded in 1998. Hot record was recorded in countries such as Austria (July 7 in Innsbruck are recorded 38.2 degrees) and the Netherlands (Maastricht 2 July 38.2 degrees), it is emphasized in the report. Overall, the temperature of the earth and water of the oceans was 0.81 degrees Celsius above the average of the 20th century.

Not only in July he won the record of the heat, but the NOAA are the first seven months of 2015 to be the warmest ever.

The roof of the two-degree increase by 2100, after which according to climatologists could trigger a spiral of out of control warming, is now within reach. In Italy the tropical nights, with temperatures that do not drop below 20 degrees, will be between 14 and 59 more per year, depending on how many greenhouse gases continue to be emitted. Increase summer days (over 25 degrees) and decrease the nights of frost (below zero).

On a global scale it is also not neglected the effects of El Niño, the anomalous ocean current that has returned after 5 years off: heavy rains and floods in Chile, Peru, Bolivia; long drought in Australia and Indonesia.

“If the trend will be maintained at the end of the year – says Coldiretti – all ten hottest years in history will be after 2000 confirming the acceleration in overheating”. A situation “which makes it even more relevant the UN summit on climate expected in Paris in December by which- he concludes the agricultural association – expect significant and urgent reductions foreign commitments”.

Lascia un commento