Etichetta energetica – nuove regole 1a parte [Energy label – new rules 1st part]

English
Etichetta energetica

Dal 1° gennaio 2015 le nuove misure sull’efficienza energetica introdotte dalla Commissione europea aiuteranno i cittadini dell’Unione a risparmiare mentre cucinano, si preparano il caffè, navigano in internet. Inoltre è entrato in vigore l’obbligo di esporre l’etichetta energetica anche nelle vendite online di televisori, frigoriferi, forni, aspirapolveri e tutti gli altri prodotti che ne sono provvisti nei negozi fisici. Così, anche su internet i consumatori potranno più facilmente comprendere quali siano i prodotti che “divorano” meno energia.

Secondo i calcoli del network delle associazioni dell’Eeb (European environmental bureau), di cui fa parte anche l’italiana Legambiente, i nuovi standard energetici sullo stand by di tutti gli apparecchi connessi in rete e delle macchine per il caffè faranno infatti risparmiare l’equivalente dell’energia consumata da 11 milioni di case. Grazie all’insieme di queste nuove regole una famiglia europea media pagherà circa 45 euro all’anno in meno sulla bolletta elettrica. E più in generale i consumatori che compreranno prodotti particolarmente efficienti potranno risparmiare fino a 465 euro all’anno di qui al 2020. I produttori e rivenditori che non rispetteranno le nuove norme potranno incorrere in sanzioni. Vediamo allora che cosa cambia:

Etichette energetiche per le vendite online. Fino ad oggi i negozi online avevano l’onere di indicare la classe di appartenenza del prodotto (ad esempio classe A) ma non quello di segnalare anche tutte le altre classi della scala (A+, A++, B, ecc.), rendendo difficile compararne l’efficienza. Ora sarà più semplice, perchè anche i venditori online dovranno esporre le etichette energetiche complete. Dal 26 ottobre 2015 la misura sarà applicabile anche agli scaldabagni e apparecchi per il riscaldamento (ad esempio pompe di calore o caldaie a gas).

Etichetta energetica per forni a gas. Anche i nuovi forni a gas e le cappe avranno una loro etichetta energetica. Fino a oggi solo i forni elettrici ce l’avevano. Viene così eliminata la disparità di trattamento tra i due tipi di forno. Inoltre a queste due etichette energetiche si affiancheranno nuovi e più stringenti standard per forni, fornelli e cappe aspiranti (direttiva Ecodesign) che entreranno in vigore a partire dal 26 febbraio 2015, sempre per i nuovi prodotti immessi sul mercato.

Stand-by automatico per gli apparecchi in rete e le macchine da caffè. Tutti i prodotti connessi alla rete (come modem, router, decoder, stampanti, web televisori, ecc) e le nuove macchine da caffè in commercio dovranno avere una funzione attivabile che mette automaticamente il prodotto in funzione basso consumo quando non è in uso in maniera attiva o dopo un certo periodo nel caso delle macchine da caffè.

Tipicamente, i prodotti in rete venduti finora rimangono sempre in modalità acceso o quiescente (idle), il che significa che consumano inutilmente da 25 a 100 watt all’ora. In totale il consumo elettrico di questi apparecchi in Europa quando non sono in uso è di circa 90 TWh (Terawattora) all’anno, pari al consumo elettrico di 24 milioni di famiglie europee. I consumi sono ora ridotti ad un range che varia da 12 a 6 Watt (dal 2015) che diventerà 8/3 Watt a partire dal 2017. Questo si stima porterà ad una riduzione di consumi di 36 TWh pari al consumo di 10 milioni di famiglie.

Fonte: Repubblica.it


From January 1st 2015 the new energy efficiency measures introduced by the European Commission will help EU citizens to save while cooking, prepare the coffee, surf the Internet. Also it entered into force the obligation to display the energy label also in online sales of televisions, refrigerators, ovens, vacuum cleaners and other products that have them in physical stores. So, even on the internet, consumers can more easily understand what are the products that “devour” less energy.

According to the calculations of the network of associations EEB (European Environmental Bureau), which also includes the Italian Legambiente, new energy standards on the stand by of all devices connected to the network and coffee makers will in fact save the equivalent energy consumed by 11 million homes. Thanks to all these new rules an average European family will pay about 45 Euros less per year on electricity bills. And more generally consumers who will buy products particularly efficient can save up to 465 Euros per year by 2020. The manufacturers and retailers that do not meet the new regulations will incur penalties. Let us see what has changed:

Energy labels for online sales. Until now, online stores were required to indicate the class of the product (for example, class A) but not to report all our other classes of scale (A +, A ++, B, etc.), Making it difficult to compare its efficiency. Now it will be easier, because also online sellers will expose complete energy labels. October 26, 2015, the measure will also apply to water heaters and heating equipment (eg heat pumps or gas boilers).

Energy label for gas ovens. Even new gas ovens and hoods will have their own energy label. Until now only the electric ovens have it. This eliminates the unequal treatment between the two types of oven. In addition to these two energy labels they will be joined by new, more stringent standards for ovens, hobs and hoods (Ecodesign Directive) which will come into force from February 26, 2015, always for new products on the market.

Automatic standby for the appliances in the network and coffee machines. All products connected to the network (such as modems, routers, decoders, printers, Web TVs, etc.) and the new coffee machines on the market will have an activated function automatically put the product into low consumption operation when not in use or after a certain period in the case of a coffee machine.

Typically, products sold in the network so far always remain in the lit mode or quiescent (idle), which means that unnecessarily consume from 25 to 100 watts per hour. Total power consumption of these appliances in Europe when not in use is about 90 TWh (terawatt-hours) per year, equivalent to the electricity consumption of 24 million European households. Consumption is now reduced to a range varying from 12 to 6 Watt (2015) will become 8/3 watt since 2017. This is estimated to lead to a reduction in fuel consumption of 36 TWh, equal to the consumption of 10 million households.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *