Giornata mondiale dell’ambiente

English
giornata-mondiale-ambiente

Giornata mondiale dell’ambiente 2016, il mondo come lo vorreste (e non)

Una giornata per ricordare che l’ambiente è il luogo da preservare per crearsi un futuro. E’ il 5 giugno, data scelta in tutto il mondo per celebrare la Natura, a cominciare dalle specie più a rischio. Come gli elefanti e gli altri animali selvatici, la cui vita viene messa a rischio ogni giorno dai bracconieri: solo nel continente africano, scelto quest’anno come patria dell’evento che verrà celebrato in Angola, vengono massacrati più di 20.000 pachidermi ogni anno a causa della richiesta dell’avorio delle loro zanne, su una popolazione complessiva di circa 500.000 esemplari. Purtroppo non va meglio ai rinoceronti, braccati per il loro corno: da meno di 20 uccisi dal bracconaggio nel 2007, siamo arrivati ai 1215 nel 2014.

In occasione della ricorrenza, vi invitiamo a guardarvi attorno per segnalare o denunciare i luoghi più belli e quelli dimenticati, vicini a voi. In città, al mare, in montagna oppure sulle rive del lago: il paesaggio che ci contiene, urbano e non urbano, merita rispetto e salvaguardia. Perché la scomparsa di un albero, l’inquinamento di un corso d’acqua o lo sversamento di rifiuti in un parco sono il segno peggiore della nostra presenza e la tomba del nostro Pianeta. Ecco perché la Giornata internazionale dell’ambiente può servire per ricordarci che la natura è intorno a noi e possiamo ancora fare qualcosa per difenderla.


World Environment Day 2016, the world as we would like (or not)

A day to remember that the environment is a place to preserve for creating a future. It is June 5, the date chosen for the whole world to celebrate nature, starting with the most endangered species. Like elephants and other wild animals, whose life is put at risk every day by poachers in the only Africa, chosen this year as the home event that will be celebrated in Angola, more than 20,000 elephants are slaughtered every year because of the demand for their ivory tusks, out of a population of about 500,000 specimens. Unfortunately it’s not better for rhinoceroses, hunted for their horn: from less than 20 killed by poachers in 2007, we got to 1215 in 2014.

On the occasion of the anniversary, we invite you to look around to report or denounce the most beautiful and forgotten ones, close to you. In the city, by the sea, in the mountains or on the shores of the lake: the landscape that contains us, urban and non-urban, deserves respect and protection. Because the death of a tree, the pollution of a river or waste spill in a park are the worst sign of our presence and the tomb of our planet. That’s why the World Environment Day can serve to remind us that nature is all around us and we can still do something to defend.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *