Stati generali della green economy

English

stati-generali-green

Stati Generali Green Economy 8-9 Novembre: 70 relatori e un respiro internazionale

La Relazione 2016 sullo stato della green economy che quest’ anno ha un respiro internazionale; oltre 70 relatori italiani ed internazionali; cinque sessioni tematiche di approfondimento. Questi gli Stati Generali della Green economy edizione 2016 che si svolgeranno l’ 8 e il 9 novembre prossimo a Rimini Fiera, in occasione della manifestazione Ecomondo. L’ evento, giunto alla quinta edizione, è organizzato dal Consiglio Nazionale della Green Economy, composto da 64 associazioni di imprese green, in collaborazione il Ministero dell’Ambiente e il Ministero dello Sviluppo Economico e con il supporto della Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile.

La giornata di apertura degli Stati Generali della Green economy, giunti alla quinta edizione, avrà al centro la presentazione della “Relazione sullo stato della green economy 2016, l’Italia in Europa e nel mondo”, da parte del Presidente della Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile, Edo Ronchi. La Relazione, propone una riflessione internazionale ed europea sulla green economy. La prima parte è dedicata all’ Europa con una valutazione comparata fra le performance della green economy italiana, la media europea e quella di altre 4 economie del vecchio continente. La seconda parte della Relazione contiene un approfondimento internazionale relativo alla green economy italiana, realizzato dal centro di ricerca “Dual Citizen” di Washington DC che ha indagato e comparato la green economy di ben 80 Paesi. La sessione verrà conclusa dell’intervento del Ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti.

La seconda giornata dell’appuntamento vedrà la presentazione delle policy recommendation del Consiglio Nazionale della Green Economy e una sessione dedicata al tema “Le città, driver della green economy”, con speaker internazionali di altissimo rilievo.

Gli argomenti che saranno affrontati nelle cinque sessioni tematiche l’ 8 novembre, nel corso della prima giornata degli Stati Generali, riguardano: Proposte per una nuova strategia energetica nazionale al 2030 dopo la Conferenza sul Clima di Parigi; il pacchetto di direttive sull’ economia circolare; il made green in Italy nell’ agroalimentare; l’Agenda 2030 ed il reporting non finanziario delle imprese; green bond e altri strumenti finanziari per una green economy.

Programma degli Stati generali green economy

Environment and the Ministry of Economic Development and with the support of the Foundation for Sustainable Development.

The opening day of the States General of the Green economy, reached its fifth edition, will center on the presentation of the “Report on the state of the green economy in 2016, Italy in Europe and in the world”, from the President of the Foundation for Development sustainable, Edo Ronchi. The report proposes an international and European discussion on the green economy. The first part is dedicated to Europe with a comparative assessment of the performance of the Italian green economy, the European average and that of four other economies of the old continent. The second part of the report contains an international on the Italian green economy study, carried out by the Washington DC research center “Dual Citizen” that investigated and compared the green economy of 80 countries. The session will be concluded, the intervention of the Minister Gian Luca Galletti.

The second appointment day will see the presentation of the policy recommendation of the Green Economy National Council and a session devoted to the theme “Cities, driver of the green economy”, with international speakers of the highest importance.

Topics to be addressed in the five thematic sessions on November 8, during the first day of the States General, include: Proposals for a new national energy strategy to 2030 after the Climate Conference in Paris; the package on circular economy Directives; green Made in Italy in agri-food; Agenda 2030 and the non-financial reporting of enterprises; green bonds and other financial instruments for a green economy.

Program of States General of the Green economy

Lascia un commento