Un brand etico esiste davvero?

Cresce il numero di marchi che si definiscono etici o sostenibili, accanto alla percentuale di consumatori che danno priorità a etica e sostenibilità quando scelgono di acquistare da un marchio – ma come può un marchio garantire che sia autenticamente etico?

Con termini come sostenibile, consapevole, responsabile, trasparente e organico spesso usati in modo intercambiabile, può essere fonte di confusione sapere quale termine è giusto – ma la pratica etica sembra diversa per ogni marchio.
Concentrarsi su come si interpreterà la sostenibilità del proprio brand, considerando quale interpretazione si adatta meglio alla tua filosofia aziendale, alla tua storia di marca e ai prodotti che realizzi.

Non è necessario impegnarsi per creare un brand perfettamente etico o sostenibile: non solo è irraggiungibile all’inizio, ma non è necessariamente ciò che i consumatori si aspettano o cercano. Rendilo semplice, inizia lentamente, e ricorda ciò che spicca per i consumatori in un mercato affollato è un approccio chiaro e singolare alla responsabilità che attraversa e risuona con loro.
Un buon esercizio è pensare a come vorresti che descrivessero il tuo approccio all’etica e alla sostenibilità in un’unica frase. Quale di questi sei tu?:

1. Un marchio che si preoccupa di dove provengono le materie prime, garantendo sempre che siano sostenute in modo sostenibile ed eticamente

2. Un marchio costruito su un design resistente, che produce prodotti di alta qualità costruiti per durare una vita

3. Un marchio che si preoccupa di ciò che accade più tardi lungo la linea e si concentra sulla fine della vita e sulla circolarità della catena di approvvigionamento (riciclare, riutilizzare, riparare)

4. Un marchio che si prende cura delle persone che realizzano i tuoi prodotti, attraverso salari equi, benefici per i dipendenti e schemi di bonus

5. Un marchio che restituisce, restituendo una percentuale dei profitti al paese in cui sono realizzati i prodotti o alla comunità locale

6. Un marchio aperto, impegnato a garantire la piena trasparenza della supply chain fino ai vostri due e tre fornitori di secondo livello.

Inizia facendo domande. Creare un marchio più responsabile significa essere più consapevoli del proprio impatto sociale e ambientale e sforzarsi costantemente di migliorare durante la progettazione, lo sviluppo e la produzione e in tutta la catena di approvvigionamento.

Il miglior punto di partenza è essere ben informati e porre le domande giuste. Dopo di ciò, continua a metterti in discussione in ogni fase e considera se esiste un’opzione più responsabile. Fin dalla nascita di un’idea di design, la responsabilità dovrebbe essere prioritaria per ogni decisione presa – dalla scelta dei dettagli di progettazione e alla selezione delle materie prime, fino alla selezione dei fornitori di materiali e alla ricerca di partner di produzione.

Quando cerchi partner, le certificazioni sono sempre un buon punto di partenza per aiutarti a identificare chi potrebbe essere la persona giusta, ma vai oltre e scopri se un potenziale partner condivide valori simili a te e al tuo marchio.

Dì loro cosa è importante per te, le cose su cui sei disposto a essere flessibile e le cose che non sei. Ad esempio, se è la trasparenza completa che desideri, chiedi al tuo partner all’inizio e se non è disposto offrire o non si sentono a proprio agio, allora non sono adatti a te. Non bisogna forzarli ma cercarne uno più adatto.

Per essere un marchio genuinamente etico, la pratica etica non può essere solo un add-on che viene spinto in una campagna di marketing. Per avere un impatto duraturo, attirare l’attenzione di un consumatore più consapevole e per far sì che il tuo approccio appaia genuino, le esigenze etiche devono far parte del DNA del tuo marchio fin dall’inizio e sentirsi autentica per i tuoi clienti.

Sommario
Un brand etico esiste davvero?
Titolo Articolo
Un brand etico esiste davvero?
Descrizione
Cresce il numero di marchi che si definiscono etici o sostenibili, accanto alla percentuale di consumatori che danno priorità a etica e sostenibilità quando scelgono di acquistare da un marchio - ma come può un marchio garantire che sia autenticamente etico?
Autore
Editore
Home Green Home
Logo