Aree ferroviarie abbandonate a Milano

Scalo Greco Breda

Milano, Italia

Progetto vincitore: L’INNESTO

Rappresentante del team: Fondo Immobiliare Lombardia, gestito da InvestirRE sgr con la consulenza della Fondazione Housing Sociale

Architetto: Barreca & LA Varra

Esperto ambientale: ARUP Italia Srl

Il sito di Greco Breda è un ex “terminal merci” di 6 ettari, parte del piano strategico di Milano per trasformare le aree ferroviarie sottoutilizzate della città. Il sito, organizzato in tre pacchi principali, offre una grande opportunità per migliorare i collegamenti tra il quartiere storico a uso misto di Precotto e l’ex area industriale di Bicocca, con alloggi e servizi relativi al campus universitario.

mappa scalo ferroviario abbandonato da ristrutturare e rigenerare a Mialno

INNESTO, il primo progetto “Housing Sociale” a zero emissioni di carbonio in Italia, è lo showroom delle nuove strategie di sostenibilità di Milano.

INNESTO propone lo sviluppo di un innovativo sistema di teleriscaldamento di quarta generazione (4GDH), alimentato da fonti rinnovabili (incluso un sistema di recupero del calore delle acque reflue urbane). Il design degli edifici a energia quasi zero è abbinato a una tecnologia di costruzione preassemblata e un mix ottimale di materiali di origine biologica. L’obiettivo è ridurre le emissioni di CO2 e gli scarti, consentendo di smontare la struttura e riciclare al 100%. Lo scavo del suolo è minimizzato e trattato in loco applicando tecniche di biorisanamento da riutilizzare per l’abbellimento. Orti, un vivaio, tetti a base naturale e paesaggi commestibili creeranno un cuore agricolo. Un approccio globale alla mobilità sostenibile offre ai cittadini la piena accessibilità alle esigenze di spostamento. Il progetto promuove la mobilità attiva, i trasporti pubblici, i sistemi di condivisione e una drastica riduzione dell’uso dei veicoli privati ​​attraverso una ridotta disponibilità di aree di parcheggio.

Oltre a raggiungere le zero emissioni di carbonio, INNESTO comprende una proposta coraggiosa per un fondo privato a zero emissioni di carbonio di Milano che mira a implementare soluzioni in tutta la città per ridurre le emissioni di gas a effetto serra e l’insediamento di un distretto dell’economia circolare promosso dall’istituzione primaria. Un impegno trentennale nella gestione integrata viene assunto sfruttando strumenti innovativi e aggiungendo valore agli spazi condivisi che stabiliscono relazioni tra residenti, coinvolgendo l’intero quartiere: una zona adattativa umana.

Componenti chiave e soluzioni

• L’INNESTO sarà il primo progetto di edilizia sociale a emissioni zero in Italia.

• Il progetto mira a raggiungere la neutralità del carbonio in 30 anni grazie a una rete di teleriscaldamento a basse emissioni di carbonio, alimentata da fonti rinnovabili in loco e che collega il vicinato e le emissioni più basse.

• Il progetto ha un obiettivo di spazio verde del 60%. L’inverdimento del quartiere è supportato dalle attività di coltivazione e orticoltura degli alberi.

• Il progetto ha un’ambiziosa strategia di mobilità: limitare i posti auto (solo 100 posti per 700 inquilini) e comprende 1200 m2 di garage per biciclette, 10 terminali di ricarica per auto elettriche e una flotta di auto di quartiere condivisa.

Presentazione del sito

Il sito Greco Breda fa parte del piano strategico di Milano per la rigenerazione delle aree ferroviarie. Il sito comprende tre pacchi principali: l’ex cantiere ferroviario vicino alla stazione Greco-Pirelli, un’area verde situata più a est su Via Breda e una stretta striscia lunga, il sito di un binario in disuso che si affaccia sul quartiere Bicocca a ovest.

Il sito è strategicamente situato nel nord-est di Milano, di fronte alla stazione ferroviaria Greco-Pirelli, a 6 minuti dall’hub di Porta Garibaldi. Rappresenta una preziosa opportunità per migliorare i collegamenti tra un quartiere storico ad uso misto, vale a dire Precotto, che è ricco di servizi e attività; e Bicocca, una ex area industriale caratterizzata da un notevole progetto di rinnovamento urbano progettato dall’architetto Vittorio Gregotti negli anni ’90. Ciò include il campus dell’Università degli Studi di Milano, il teatro Arcimboldi e altri servizi culturali, come il Pirelli Hangar Bicocca Art Center e un cinema multisala.

La presenza di una delle stazioni ferroviarie più trafficate che forniscono servizi extraurbani sul collegamento con Monza rende il sito un nodo chiave nel contesto metropolitano. La riqualificazione del sito costituisce un’opportunità per ridurre il traffico veicolare e promuovere l’uso di modi di trasporto sostenibili, superando la barriera ferroviaria per consentire migliori collegamenti pedonali e ciclabili con la stazione e le destinazioni pertinenti.

La creazione di sinergie su servizi esistenti come l’università e le istituzioni culturali deve essere presa in considerazione per lo sviluppo del sito. Alloggi a prezzi accessibili, in particolare per studenti e lavoratori temporanei, e servizi di vicinato per la popolazione locale, possono integrare attività produttive leggere con spazi pubblici generosi e aree verdi; questi possono includere la riorganizzazione e l’espansione degli attuali frutteti urbani informali, in connessione con la rete delle aree verdi a livello urbano.

Sommario
Aree ferroviarie abbandonate a Milano
Titolo Articolo
Aree ferroviarie abbandonate a Milano
Descrizione
Il sito di Greco Breda è un ex "terminal merci" di 6 ettari, parte del piano strategico di Milano per trasformare le aree ferroviarie sottoutilizzate della città.
Autore
Editore
Home Green Home
Logo